Burro d’arachidi

Ho assaggiato il burro d’arachidi, va forte qui in Inghilterra. Il primo approccio non è stato positivo. La consistenza era troppo densa per me, la mia bocca rimase impastata più di quanto non mi succedeva fumando erba. Anche il sapore mi era poco chiaro, burro d’arachidi, dove erano le arachidi? Il packaging lo trovo adatto alla classica “porcheria inglese”, per niente attraente ma adatta al contesto. Il colore del burro lo lascio passare in quanto veritiero, un marroncino chiaro, esattamente il suo colore naturale. Il secondo assaggio è stato diverso, le mie papille gustative si sono lasciate andare per esplorare al meglio quel nuovo gusto. La consistenza mi è rimasta troppo densa, mi incolla le labbra ma il gusto è diventato, morso dopo morso, sublime. Improvvisamente ho iniziato ad assaporare le arachidi, masticando lentamente il pane del toast, passandolo da un lato all’altro della bocca, ad ogni passaggio il mio corpo si las //

BURRO D’ARACHIDI

Una breve descrizione dettata dall’uso dei sette sensi nei miei dieci minuti quotidiani. 

Sensazioni ed emozioni a getto.

Per informazioni e collaborazioni: poaneu@outlook.com

Twitter: https://twitter.com/home

Instagram: https://www.instagram.com/poaneu/

Facebook: https://www.facebook.com/Poan-108625097632377

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »