Candela

Accendo una candela e spengo queste luci troppo forti. Il primo tentativo finisce a vuoto, la candela rimane spenta e triste. Scorro il dito una seconda volta sull’accendino e mentre il rumore della pietra focaia svanisce veloce, una piccola fiamma emana il suo calore. Il secondo tentativo va a buon fine e lei prende vita. La stanza si colora di ombre, è un po’ buia ma non troppo da soffocarmi. Il profumo di cannella è forte, mi nausea a tratti, un odore che va a braccetto con l’inverno, una fragranza che non mi appartiene. Lei è racchiusa in un barattolo di vetro, è semplice, quasi spoglia ma il suo profumo è talmente forte che non mi dà la lucidità di concentrarmi sul suo aspetto. Il suono dello stoppino che brucia mi rimbomba nel silenzio della casa, così piena di cose ma così vuota allo stesso tempo. Il mio corpo è rilassato con questa calda atmosfera ma inizia ad es //

CANDELA

Una breve descrizione dettata dall’uso dei sette sensi nei miei dieci minuti quotidiani. 

Sensazioni ed emozioni a getto.

Per informazioni e collaborazioni: poaneu@outlook.com

Twitter: https://twitter.com/home

Instagram: https://www.instagram.com/poaneu/

Facebook: https://www.facebook.com/Poan-108625097632377

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »