• Le quattro di mattina

    Sono stata assalita da un incubo. Due volte nella stessa notte, lo stesso incubo è tornato per torturarmi. Era attaccato alla mia pelle. Mi viene quasi da piangere. Sono le quattro di mattina e avrò dormito un paio di ore. Era moltissimo tempo che non mi ritrovavo a scrivere qualcosa in questo stato. Con questa pace immensa. Tutti dormono e gli unici rumori che sento sono le dita sui tasti del computer e l’orologio sul muro della parete. Questa scena mi riporta a quelle notti insonne a casa di mia madre. Ho le stesse identiche immagini con la sola differenza che sedevo sul tavolo in cucina. Ricordo vagamente che scrivevo…

  • Basto a me stessa

    Non mi sento bene. Non capisco bene quale sia il problema. Cerco di non pensare e presto attenzione a ciò che sento. Non sono felice. Sapevo che sarebbe stato difficile per me buttarmi in una nuova relazione dopo tutto quello che ho vissuto. Lo sapevo ma onestamente non pensavo che a distanza di circa tre anni, io sarei stata ancora così in crisi. Ho l’impressione che il mio cuore sia congelato, mi piacciono tutti quelli con cui esco ma allo stesso tempo non mi interessano. Mi sembra che tutti i ragazzi siano uguali e appena ci passo del tempo insieme il mio corpo si irrigidisce. Mi stanno sul cazzo tutte…

  • La ragazza calamita

    Sono come una calamita e tutti mi guardano. Tutti vorrebbero saperne di più di me. Tutti vorrebbero capire da dove vengo. Ho un carattere fuori dal comune. Sono un po’ fuori di testa e lo sapete ma questo è ciò che piace. Faccio tutto quello che vorrebbero fare gli altri ma nessuno ha il coraggio. Io ho così tanto coraggio che potrei venderlo. Diventerei miliardaria. La vita è una sola e che cosa aspetta la gente a svegliarsi? La mia famiglia non capisce che cosa ne sto facendo della mia vita ma come fanno a non capire? Sto vivendo più io che loro con la loro stupida vita quotidiana. Sto…

  • Una birra media grazie

    Questa me la segno, cazzo se me la segno. Sette Luglio del duemila e venti. Ho scoperto in una delle mie passeggiate che finalmente, l’unico pub del paese ha aperto. Mi sono messa in un tavolo, ho cercato il più isolato come al solito, ho acceso il mio Mac e ho iniziato a scrivere questo articolo. Oddio quanto scende bene questa birra, forse la più buona che ho bevuto in questi sei mesi. Non mi sembra vero di poterlo fare, l’ho desiderato così tanto. Questa esperienza mi stava portando all’estremo ma ho tenuto botta. Mi sento così fiera di me cazzo. Non ho una vita sociale da mesi e la…

  • La mia nicchia

    Certe volte chiedo consigli tecnici a miei amici per capire come far funzionare al meglio il mio Blog su internet. Più di una volta mi sono sentita dire che dovrei creare un target. Fare delle domande e dare delle risposte perché onestamente a nessuno interessa della mia vita. Non frega un cazzo a nessuno di ciò che esprimo. Accetto le critiche costruttive ma continuo a sentire che non riescono a vedere a cosa punto. Io ho bisogno di consigli tecnici che non stravolgano ciò che sto provando a creare. Non ho bisogno di puntare ad un target e non mi interessa che la gente si interessi alla mia vita. Non…

  • Gli Orchi saggi

    Mi hanno donato una nuova vita. La mia seconda possibilità. Li vedevo di sfuggita senza sapere che eravamo più vicini di quanto avrei mai potuto immaginare. Guardavo dall’altra parte del campo e li osservavo attraverso lenzuola appese usate per chiudere i confini mentre qualcuno cercava di dipingere del nero su di loro. Lei, con quei suoi lunghi capelli bianchi, raccolti alla rinfusa, indossava capi leggeri e semplici, gli occhi azzurri e la pelle scura. Lui, con i pantaloni da lavoro e maglietta a maniche corte, scuro di pelle e con quell’aria di Orso buono. Una coppia saggia e divertente, libera e buona. Litigavano in maniera buffa e mi faceva così…

  • Io le spezzo le catene

    Ti sto ascoltando e ti sto osservando. Non muovo un muscolo ma sono qui con te. Stai male lo sento. Dov’è la tua libertà? La leggerezza di una risata. Tu sei nata per essere libera ovunque tu sia, qualsiasi cosa tu faccia. Toglietemi le catene. Io le spezzo le catene. Non sfidatemi perché io sono un uragano. Sto cercando di restare calma mentre ascolto tutte queste sensazioni. Vuoi urlare lo sento. Vorresti uscire e correre, correre senza meta, correre senza fiato, vorresti solo muoverti. Corri piccola, arriva più lontano che puoi, non pensarci, corri, corri. Non guardare indietro perché ogni giorno tu sei un qualcosa di diverso. Resta lucida. Resta…

  • La pioggia è sacra

    Qui piove spesso. C’è brutto tempo, il vento è così freddo che ti ghiaccia il viso, il naso diventa rosso. Guardi il mondo da dietro una finestra e non esci perché piove. Al diavolo. La pioggia non ha mai ucciso nessuno anzi nutre la natura. La pioggia è buona e il brutto tempo non esiste. I nostri pensieri sono brutti. Ogni temperatura ha i suoi pro e contro e la pioggia è bella. Uscire con l’ombrello e camminare lungo le strade circondate dalla natura. Sentire il rumore della pioggia che tocca l’ombrello, l’asfalto. Sentire l’acqua che cade nei tombini e vederla scorrere veloce sulla strada. Osservare tutte quelle piccole gocce…

  • Sono un po’ fuori di testa

    Sono un po’ fuori di testa. Odio e amo tutti. Schivo gli esseri umani ma poi li cerco. Vorrei reincarnarmi in un oggetto. Vorrei non provare emozioni ma allo stesso tempo vivo di quelle. Parlo da sola continuamente. Ballo in strada e cammino a piedi nudi. Sento la vita sotto la pianta del piede, sento l’asfalto che scotta per il sole e sento l’erba bagnata dalla pioggia. Sono fuori di testa. Stravolgo la vita delle persone e poi scappo chiedendo scusa. Ne penso una più del Diavolo e poi faccio tutto quello che mi passa per la testa. Ogni volta cerco di più. Non mi accontento mai. Non c’è una…

  • Surfare su un oceano di critiche

    Esistono queste cose chiamate critiche. Quando ad esempio scrivi qualcosa sui social, devi tenere presente che potresti ricevere delle critiche. Stessa cosa se decidi di creare un Blog o semplicemente se parli con delle persone che puoi o meno conoscere. Ci sono due tipi di critiche, quelle costruttive e quelle “cattive” o almeno a me piace chiamarle così. Siamo tutte persone diverse e per questo è normale avere opinioni diverse ma ciò che non capisco è chi insulta la gente. Se leggo una cosa che non mi piace o sulla quale non sono d’accordo, semplicemente la ignoro, passo avanti ma non polemizzo. Non lo faccio perché lo trovo stupido, improduttivo…

Translate »