Le quattro di mattina

Sono stata assalita da un incubo. Due volte nella stessa notte, lo stesso incubo è tornato per torturarmi. Era attaccato alla mia pelle. Mi viene quasi da piangere. Sono le quattro di mattina e avrò dormito un paio di ore. Era moltissimo tempo che non mi ritrovavo a scrivere qualcosa in questo stato. Con questa pace immensa. Tutti dormono e gli unici rumori che sento sono le dita sui tasti del computer e l’orologio sul muro della parete. Questa scena mi riporta a quelle notti insonne a casa di mia madre. Ho le stesse identiche immagini con la sola differenza che sedevo sul tavolo in cucina. Ricordo vagamente che scrivevo dei rumori degli uccellini che sentivo dalla finestra. E’ proprio vero che scrivo da anni e banalmente non ci ho mai dato peso. Sono sempre stata così tormentata dalla vita che questo è sempre stato l’unico modo per fare uscire un po’ di dolore. Si, è terapeutico. Quando scrivo un articolo mi svuoto e questo mi fa sentire libera da tutti quei demoni. Ho imparato che preferisco scrivere di loro invece che ascoltarli.

Four in the morning
I was attacked by a nightmare. Twice on the same night, the same nightmare came back to torture me. It was attached to my skin. I almost feel like crying. It is four in the morning and I will have slept a couple of hours. It was a very long time since I found myself writing something in this state. With this immense peace. Everyone is asleep and the only noises I hear are the fingers on the computer keys and the clock on the wall. This scene takes me back to those sleepless nights at my mother’s house. I have the exact same images with the only difference that I was sitting on the table in the kitchen. I vaguely remember that I wrote about the noises of the birds that I heard from the window. It is true that I have been writing for years and trivially I have never given it weight. I’ve always been so tormented by life that this has always been the only way to get some pain out. Yes, it is therapeutic. When I write an article I empty myself and this makes me feel free from all those demons. I learned that I prefer to write about them instead of listening to them.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »